giovedì 28 gennaio 2010

Software multilingua

Dato che ho intenzione di rendere un mio software multilingua, è oramai un bel po' di tempo che inciampo nella sigla "i18n" come parola magica da prendere in considerazione per rendere il software internazionale.
Stavo cercando di capire di che cosa si trattasse: protocollo? pattern? libreria?

Nulla di tutto ciò, non ho trovato nulla. Ognuno implementa i18n sempre in modi diversi a loro modo creativi. Quindi???

Grazie a Wikipedia finalmente ho trovato! La soluzione del mio dilemma è di una banalità sconcertante! (http://it.wikipedia.org/wiki/I18n)
i18n altro non è che la parola "internazionalization" !!!! Cioè il numero 18 indica il numero di lettere omesse tra la prima lettera e l'ultima.
E quindi ho scoperto che esistono altre sigle simili:
L10n: localization;
g11n: globalization;
a11y: accessibility;
p13n: personalization;
r3h: reach.

Il motivo di quest'ultima veramente mi sfugge.
Quindi ora che lo sapete, state attenti se il vostro capo vi chiede un p13n sul software :D E ricordatevi di considerare anche l'a11y.

Credo che comincerò a scrive gli SMS con questo protocollo di comunicazione....

Nessun commento:

Posta un commento

Etichette

ajax (1) C# (3) C++ (1) click (1) clickout (1) compilatori (2) gplex (2) gppg (2) html (1) i18n (1) internazionalization (1) javascript (2) jquery (1) lex (2) object oriented (1) plugin (1) programmazione (3) software (4) svg (1) VB (1) vector graphics (1) visual studio (2) vrml (1) web (1) Win32 (1) windows 8 (1) WinRT (1) XAML (1) yacc (2) yacclextools (1)